Giudizio e discernimentoStavo pensando da oramai un po’ di tempo di scrivere un articolo sintetico della situazione attuale da svariati punti di vista, principalmente quello che ci interessa più da vicino, ossia l’aspetto psico-coscienziale… e dunque eccolo qui.

In verità ho affrontato il tema dei tempi contemporanei svariate volte e in vari contesti: alcuni precedenti articoli in questo sito, molti post pubblicati nella pagina facebook, alcuni riferimenti nelle dirette video, nonché alcuni messaggi nel gruppo di influenzamento energetico per l’Italia che è rimasto attivo per più di un anno e che ho deciso di chiudere all’indomani della vittoria del campionato europeo di calcio da parte della nazionale italiana.

La chiusura non era prevista, ma è stata un sensazione che mi è giunta (ossia che il lavoro del gruppo fosse terminato e che le energie collettive fossero ormai risvegliate, come anche il diffuso movimento delle piazze pare suggerire), perfettamente rispondente peraltro alle leggi spirituali.

Esse affermano che non vi è niente di casuale, che vige il principio di perfezione, illustrato da Gesù stesso nei Vangeli, e che quel che accade nel mondo materiale è il riflesso di ciò che è interno e viene manifestato all’esterno (“Tutto è manifesto al cospetto del cielo. Non vi è nulla, infatti, di nascosto che non venga manifestato”, dice sempre Gesù).

Questo vale per il singolo individuo come per gli interi popoli, e così pure per la totalità dell’umanità.
Rimanendo in Italia, per esempio, abbiamo avuto prima la vittoria della nazionale negli Europei di calcio e poi il record italiano di medaglie nelle Olimpiadi, tra cui due particolarmente importanti come i 100 metri e la staffetta 4×100.

Avevo già affermato in qualche post su facebook che, non essendovi niente di casuale, la vittoria calcistica dell’Italia simboleggiava un qualche altro tipo di vittoria-risalita (proprio com’era precipitata e risalita la nazionale di calcio: dalla mancata qualificazione ai Mondiali alla vittoria degli Europei); il dato è stato poi bissato dalle Olimpiadi, e particolarmente dalla staffetta 4×100, che ha molto colpito l’immaginario collettivo, specialmente considerando che non si è mai trattato di una specialità italiana, per utilizzare un eufemismo.
Non a caso, la staffetta italiana ha vinto con un consistente aiuto estero: un mezzo statunitense e un figlio di immigrati nigeriani. Curiosamente, i due unici italiani dal punto di vista fisico-etnico (i punti di vista legale e culturale sono un’altra questione) portano il marchio della Sardegna: Tortu ha un genitore del nord dell’isola, mentre Patta proviene dalla parte ovest.

A proposito di Sardegna, avevo già notato ed evidenziato che alcuni dei nomi più noti e apprezzati del settore evolutivo-spirituale italiano portano il medesimo marchio: Salvatore Brizzi ha ugualmente un genitore del nord dell’isola, Daniel Lumera è nato sempre nel nord Sardegna… io stesso ho uno dei genitori proveniente dalla parte settentrionale della regione; e magari ve ne sono altri che non conosco o che non mi vengono in mente.

Ricordo a tutti che la Sardegna, geologicamente parlando, è assai diversa dal resto dell’Italia, e costituisce una terra più antica. Molti sensitivi l’hanno indicata come terra dalle energie particolarmente intense… e non a caso attrae inconsciamente molte persone, non solo per la bellezza naturalistica.

Ricordo anche che noi tuttora viviamo nello stato che a suo tempo fu il Regno dei Sardegna, il quale ha mutato nome in Regno d’Italia dopo le annessioni delle altre regioni (mantenendo il Re, il Parlamento, lo statuto albertino, la struttura sociale, etc) e che in seguito è divenuto la Repubblica Italiana: giuridicamente parlando, però, lo stato è sempre quello… anche se per qualche ragione nessuno ne parla mai.

Sull’isola vi sono reperti archeologici unici al mondo, i nuraghi, e in grande quantità, circa 8000 (quelli scoperti), con la cultura nuragica (comprese le cosiddette “tombe dei giganti”, compreso il ritrovamento di scheletri effettivamente giganti) intorno alla quale aleggia ancora una coltre di mistero: senza dubbio sull’isola in passato vi è stato qualcosa di grande.

Si può dire la stessa cosa dell’Italia e del popolo italiano, per quanto in tempi più recenti e noti: Roma, Impero Romano, viaggi, arte, invenzioni, etc. Le energie sono energie, non svaniscono solo per determinati contesti storici, e anche se non studiate e comprese son sempre lì a produrre i loro effetti. E difatti le energie prima o poi tornano a casa, per così dire.
In un vecchio articolo ho parlato dell’importanza strategica dell’Italia: una nazione in cui non a caso il mondialismo, ossia i poteri oscuri, si è dato molto da fare al fine di controllare le coscienze e dunque l’energia collettiva. A proposito dell’Italia, una piccola riflessione: l’espressione “divide et impera” è stata inventata dalle nostre parti, eppure non abbiamo compreso il concetto e ci caschiamo ancora (popolo intenzionalmente diviso tra sì-vax e no-vax… mentre è in corso una deriva autoritaria liberticida che riguarda tutti).

In generale, comunque, mi attendo grandi cose per il futuro sia dalla Sardegna che dall’Italia: forse insieme o forse separatamente, chissà.

Per ora, però, noialtri siamo qui e dobbiamo agire in base a quel che ci propone il momento storico.
La parola d’ordine deve essere “resistenza”: ciò vale per tutti gli animi forti, che non tollerano d’essere sottomessi e manipolati, cosa che vale in particolare per chi sta portando avanti un percorso di consapevolezza. Per tali persone, questioni come l’inoculazione di sieri genici sperimentali (con DNA animale e porzioni di feti umani abortiti e sezionati vivi, il che significa rispettivamente “abbassamento della coscienza” e “cannibalismo”, oltre che violenza) è fuori discussione, come è fuori discussione il lasciapassare nazista, come è fuori discussione il collaborazionismo con qualsivoglia deriva distopica, come è fuori discussione il favorire le azioni dei suddetti poteri oscuri.

Questa è stata già per molti e lo sarà ancora di più nel prossimo futuro l’occasione per discernere chi si ha davanti, sia nella vita privata sia nei vari ambienti che si frequentano… compreso il settore della spiritualità e i vari autori/conferenzieri: per certi versi è un’occasione unica, perché le maschere stanno cadendo una dietro l’altra, e chi magari prima aveva difficoltà a vedere ora distingue per bene come stanno le cose e le persone.

Personalmente, ho l’obiettivo di chiudere questa imbarazzante pagina della storia italiana e umana senza aver dovuto mai subire la penetrazione nasale nota come “tampone” (lo strumento manipolatorio su cui si basa l’intera narrazione pandemico-mediatica); dovessi mai farne uno, sarebbe probabilmente per lasciare la nazione, nel caso le cose si mettano al peggio e decida di trasmigrare altrove… anche se confido che non si arriverà a tanto e anzi sono discretamente ottimista.

C’è una guerra in corso, ma non è una guerra tradizionale, fatta coi soldati e coi carri armati: le guerre di questa era energetica (Acquario, aria, pensieri, mente) si giocano nel campo della mente e della coscienza. Si tratta dunque di una guerra spirituale, né più né meno: l’obiettivo di una parte (i poteri oscuri, i maghi neri) è quello di mantenere l’umanità succube, schiava e inconsapevole; l’obiettivo dell’altra parte (i poteri luminosi, la Fratellanza Bianca) è quello di risvegliare l’umanità e portarla gradualmente a un livello di consapevolezza maggiore.

Le energie cosmiche giocano a favore della consapevolezza: l’epoca oscura sta terminando, e anzi si è già risaliti a livello di coscienza collettiva; proprio per questo i poteri tenebrosi hanno una gran fretta di attuare i loro piani. Se non ce la faranno a eseguirli, comunque cercheranno di fare più danni possibile.
Ne approfitto per evidenziare, inoltre, che la tradizione esoterica sostiene che alle forze oscure è concesso di agire entro determinati limiti: tali limiti sono dati dall’era energetica, dalla coscienza collettiva dominante in un certo luogo e tempo e da taluni “controllori”. Oltre i limiti permessi (loro sì che sono costretti da un lasciapassare) non possono andare. Anche per questo motivo, non esistono “bene” e “male” come intesi nella visione duale-giudicante, ma solamente forze elevate (che lavorano per la consapevolezza) e forze infere (che lavorano per l’inconsapevolezza): entrambe sono utili al percorso spirituale di ritorno alla Casa del Padre, dei singoli individui e dell’intera umanità. Anche il “basso”, soprattutto nelle fasi spirituali poco evolute, serve a risvegliare qualcosa e a predisporre l’ascesa, come i tempi odierni stanno mettendo in evidenza.

Capitolo “vaccini”: sono convinto che, tra i vari produttori e i vari “enti emanatori”, giri di tutto. Sieri velenosi, sieri innocui con effetto placebo, liquidi vitaminici, vaccini realizzati proprio con l’intento di essere vaccini. Non mi aspetto dunque devastazioni colossali come temono talune persone nel mondo della controinformazione… fermo restando che nel mondo vi è già stato un grosso numero di morti correlate (200.000? Avere a disposizione i numeri reali, in questi tempi di censura e propaganda di regime è quasi impossibile), nonché molti milioni di reazioni avverse più o meno gravi, come peraltro ci si può ragionevolmente attendere da un liquido sperimentale e che nessuno ha mai negato, archiviandolo come effetto necessario.
La cosa ricorda molto la roulette russa: può capitare sia il proiettile che lo spazio vuoto che non non contiene il proiettile… e naturalmente quel che capita non è casuale relativamente al percorso individuale.

In tutto ciò, sono stati sacrificati molti nostri fratelli minori, ossia scimmie e animali vari: tutto ciò per produrre e testare un siero, velenoso o meno che sia, per difendersi da un’influenza propagandata come pandemia che ha un tasso di mortalità praticamente identico alla normale influenza, superiore solamente di qualche centesimale… una cifra probabilmente indotta sia dal protocollo dannoso che ha portato molte persone deboli a morire, sia dalla carenza di cure per malattie vere e proprie giacché tutto si è concentrato sulla finta pandemia e molte persone, semplicemente, sono state lasciate a morire.
Le nazioni tutte, comunque, che abbiano chiuso o meno, hanno lo stesso numero di abitanti di prima: se non ci fosse stata la televisione, nessuno avrebbe mai pensato che in giro vi fosse una malattia pericolosa, visto che né gli esseri umani né gli animali morivano in modo anomalo (nonostante secondo la narrazione mediatica la cosa sarebbe cominciata proprio con un animale). Personalmente, ho iniziato fin dal gennaio 2020 a rassicurare i miei lettori, soprattutto tramite la pagina facebook: potevano vivere sereni giacché in giro non c’era alcun virus mortale, mentre l’unica cosa da evitare era finire in ospedale… perché una volta ricoverati poteva succedere qualunque cosa, come infatti è successo. L’ignoranza e l’inconsapevolezza si pagano sempre, e in particolare in questo periodo storico.

Aggiungo anche un’altra cosa: tutto quello che è accaduto e sta tuttora accadendo è l’esatto contrario di ciò per cui lavoro. Io lavoro per la conoscenza, per la consapevolezza, per la salute, per l’armonia, per la bellezza, per la libertà, per la compassione… e quello cui stiamo assistendo è l’esatto opposto, nonostante i termini da neolingua orwelliana che vengono utilizzati per ingannare le anime più ingenue e immature.

Intendiamoci, è tutto evolutivamente perfetto, per il discorso di perfezione spirituale che abbiamo premesso in apertura…
… ciò non toglie che chi ha partecipato a tale opera nefasta (danni materiali e danni psichici), sia come progetto di fondo sia come collaborazionismo, pagherà un proporzionato dazio karmico; tuttavia questo non ci riguarda, visto che a decidere in merito saranno i Signori del Destino, e non noialtri.

Noialtri facciamo il meglio che possiamo dove possiamo: un vero ricercatore spirituale non collabora con i poteri oscuri e, anzi, in mezzo a difficoltà e limitazioni varie ne approfitta per focalizzarsi ancora di più sul lavoro interiore… come infatti in tanti hanno saggiamente fatto durante il periodo delle chiusure e delle restrizioni varie.
Il lavoro interiore naturalmente non esclude la partecipazione esteriore a manifestazioni ed eventi attivi… e, se servirà, a una vera e propria resistenza.

In chiusura: occupatevi sempre del vostro percorso interiore, ma non disdegnate ogni tanto di dare un’occhiata all’esterno per vedere quello che succede a livello generale, poiché quello che vedete vi dà la “temperatura coscienziale collettiva” e vi fornisce strumenti per comprendere cosa si agita energeticamente all’interno dei popoli.

Un’ultima cosa: visto che ci sono, ne approfitto per riportare alcuni articoli che ho scritto in precedenza (dal più vecchio al più recente) e che sono particolarmente attinenti col tema trattato in questo:
Cosa sta succedendo realmente in Italia: elenco punto per punto,
Perché l’Italia è un paese importante dal punto di vista energetico-sottile,
Un racconto di fantasia assai fantasioso e per nulla aderente alla realtà,
Dittatura, vaccini, metronomi e leggi spirituali,
Cosa sta accadendo nel mondo,
Diffamazione e manipolazione: è il tempo della menzogna.

Fosco Del Nero

 

Share Button
<< previous posts || next posts >>