Se le donne fossero al potere sarebbe meglio?Ogni tanto, soprattutto in ambito “spirituale”, mi capita di sentire riflessioni sul fatto che le guerre e i conflitti internazionali siano il risultato dell’energia maschile, tradizionalmente aggressiva, conquistatrice e penetrante; e che sarebbe assai meglio se al potere, e quindi a prendere le decisioni che contano per gli equilibri statali e mondiali, vi fossero viceversa delle donne.

Tale concetto contiene in sé una parte di verità, ma ad essere onesti manca del tutto il punto centrale della questione, e anzi si rivela un po’ infantile, oltre che demagogico in una società che è ancora piuttosto maschilista e che, almeno a parole, cerca di dare il contentino alle donne.

Da un lato, difatti, è vero che l’energia maschile, la famosa energia yang, è attiva, aggressiva e penetrante, e che viceversa l’energia femminile, l’energia yin, è passiva, dolce e ricettiva, e che senza dubbio delle donne al potere prenderebbero con meno leggerezza decisioni di bombardamenti di centri abitati, di invasioni, di distruzione di vite umane… non fosse altro che per il fatto che quelle vite umane sono uscite da loro e, in quanto madri o potenziali madri, ci tengono molto.

Però è ugualmente ovvio che non è che l’energia yin sia meglio di quella yang, e anzi il concetto e il simbolo stesso del Tao dipinge una compenetrazione e un equilibrio eterno tra le due energie suddette, senza che una sia migliore dell’altra (sembrerebbe persino inutile sottolinearlo, ma i discorsi di cui sopra o qualunque altro discorso simile affermano proprio quello).

“Equilibrio”, quindi, e certamente auspico, come peraltro sta avvenendo, il ritorno di un’energia maggiormente femminile e accogliente in luogo di quella patriarcale e dittatoriale maschile che ha contraddistinto la razza umana negli ultimi secoli-millenni.

Tuttavia, non è solo una questione di ripristino dell’equilibrio maschile-femminile – e anzi questo è il punto meno importante – ma è anche e soprattutto una questione di livelli di consapevolezza e di livelli evolutivi.

Una società guidata interamente da donne poco evolute genererebbe dei danni tanto quanto una società guidata da uomini poco evoluti (magari in modo diverso, ma con danni della medesima entità), e su questo concetto non è che vi sia molto da discutere. Tra l’altro, poiché gli elementi di una coppia stanno sempre su livelli evolutivi simili, ne deriva che le donne di oggi stanno grossomodo sullo stesso livello evolutivo dei loro partner, e anche questa è una legge esistenziale su cui non c’è da discutere.

Tutto ciò, peraltro, evidenzia la demagogia di questioni come le quote rosa in parlamento o simili…
… mentre al contrario evidenza l’unica questione importante, letteralmente l’unica: il livello di consapevolezza degli esseri umani.

Il quale, detto al volo, dipende alla nascita dalle energie dei genitori al momento del concepimento, dipende poi dall’educazione ricevuta dagli stessi genitori, ancora più in là dall’ambiente familiare in senso lato, e poi dagli influssi sociali, a cominciare dalla scuola e finendo con la televisione, i film, i libri.

È qua che si decide la storia dell’umanità, non su quanti uomini e donne vi sono in percentuale in parlamento o da qualche altra parte.
Anche perché pure questo punto è un riflesso della consapevolezza collettiva: il popolo ha sempre i governanti che si merita, che lo riflettono perfettamente come energie interiori. Se c’è un “governo ladro”, è perché è ladro anche il popolo, e così via per tutto.

Ancora una volta, e come sempre: occupatevi del vostro percorso di crescita interiore, e dell’inizio del percorso dei vostri figli, se ne avete.
E qua finiscono le vostre responsabilità nel mondo (e scusate se è poco essere responsabili della propria illuminazione).
Tutto il resto, tutto ciò di cui cianciano giornali e trasmissioni televisive, potete tranquillamente ignorarlo.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button

State attenti a quello che chiedete alla vita...State attenti a quello che chiedete alla vita…
… perché rischiate di ottenerlo, seppure in modi molto diversi da quelli che vi eravate immaginati.

Come prima cosa, vado a specificare che per me vita, Esistenza, Universo e Dio sono sinonimi, e che per Dio non si intende certo l’entità fatta a immagine e somiglianza dell’uomo, ma un’entità impersonale, l’energia che regge tutto il Creato, e che anzi si identifica col Creato, nel senso che l’Universo è il suo corpo. E noi con esso, giacché fino a prova contraria facciamo parte dell’Universo.

Riguardo a questo punto, dico anche che esso è il discrimine tra i “bambini spirituali” – le anime bambine ancora legate al concetto di un Dio persona che impone, premia e punisce – e gli “adulti spirituali” – coloro che hanno maturato la conoscenza di un Creato impregnato di essenza divina, con il quale anzi “Dio” si identifica, lungi dall’essere un’entità personale di tipo umano-egoico, con nome e cognome.

Veniamo ora al centro di questo articolo, il quale è originato dai dubbi di tante persone relative alle richieste rivolte a Dio. O all’Esistenza, abbiamo detto che è la stessa cosa.

Ecco un brano tratto da Vita e insegnamenti dei maestri del Lontano Oriente di Baird T. Spalding:
“Si può ottenere dominio su qualunque cosa non appena si pone l’intero pensiero sul fatto che la Divinità è già stabilita all’interno di noi.
Sappiate in ogni momento che la Divinità non è altro che all’interno di voi stessi, che è stata sempre stabilita all’interno, che è stata soltanto oscurata e che l’avete tenuta fuori dalla vostra coscienza per mezzo dei vostri avversi pensieri.
Parlate a quella Divinità all’interno. Dite a essa che sapete che è là e che ora siete diventati pienamente consapevoli della sua presenza. Chiedetele di manifestarsi e di essere il fattore dominante nella nostra vita.”

Quando in qualche libro trovate una frase del genere, che non è certo isolata nel mondo della spiritualità, abbiate ben presente che chi parla non si riferisce al chiedere e al ricevere tipici delle preghiere dei “bambini”, tipo: “Dammi un aumento di stipendio”, “Dammi una macchina nuova”, “Dammi quella donna”, “Dammi questa cosa fisica”.
O meglio, le richieste possono anche essere formulate in questo modo infantile… ma sappiate che l’Esistenza non si riferisce mai a cose concrete, ciò che sono dettagli, ma si riferisce sempre alle energie interiori, ciò su cui si svolge l’evoluzione personale.
Per cui quando chiedete qualcosa, se la vostra richiesta è fatta con sufficiente forza dietro, otterrete quello che avete richiesto… ma non sotto forma di oggetti-premio (cose che sono obiettivi della personalità), ma sotto forma di apprendimenti evolutivi (cose che sono gli obiettivi dell’anima).

Facciamo un esempio: se vi trovate in una situazione economica difficile e chiedete aiuto, vi verrà dato aiuto, ma aiuto vero… il che non vuol dire che vi verranno fatti avere alcuni biglietti stampati da qualche banca, ma che vi verrà dato il modo di superare (per sempre, pensate che dono vi vien fatto) il vostro problema con l’energia del denaro, che quasi sempre è un problema connesso alla fiducia nell’Esistenza e allo scorrere col flusso della vita.

Dunque, potrebbe esservi sottratto qualcosa, e non dato… o potrebbe esservi “donato” un tunnel da attraversare allo scopo di addivenire alla luce che c’è dopo di esso… o potrebbero pure esservi dati i biglietti di cui sopra, ma sempre all’interno di un evento evolutivo utile a farvi salire un gradino nella scala energetico-vibratoria che coincide con il percorso evolutivo.

Questo sempre in ragione di quanto la vostra anima è pronta ad affrontare certe prove, e quindi in ragione di quanto si “merita” certe opportunità evolutive… che spesso sono vere e proprie prove, e come tutte le prove difficili e testanti.

Se, viceversa, non vi sono energie pronte, non accadrà niente, perché l’anima non si assume mai compiti al di là della sua portata… e ciò indipendentemente dalle preghiere dell’ego-personalità.

Ciò, comunque, ci rende straordinariamente responsabili per ciò che chiediamo, giacché la nostra richiesta potrebbe essere l’avvio di qualcosa, e spesso, nascendo le richieste da qualche difficoltà (son rare le persone che pregano chiedendo certi raggiungimenti spirituali, e magari di poterli mettere al servizio degli altri), potrebbe essere l’avvio di qualcosa di difficile e testante… e per questo potenzialmente elevante, se sappiamo integrare in noi l’energia insita nell’evento che ci viene donato.

Quindi, in definitiva, siate ben attenti e consapevoli quando chiedete qualcosa alla Vita.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button
next posts >>