Newsletter

.

Archivio post

Contatore

Anime gemelle e fiamme gemelle

22 Dic 2023 | Anime gemelle, Crescita personale

Anime gemelle e fiamme gemelleNell’ambiente spirituale il tema delle anime gemelle, o delle fiamme gemelle, è uno dei più sentiti, tanto che si è sviluppata una sotto-nicchia di libri e seminari ad hoc…

… per non parlare della gigantesca mole di post online, tra blog e contenuti social.

Al fine di fare un po’ di chiarezza, parliamo sinteticamente della questione in questo articolo, elicitando perlomeno i punti essenziali della questione.

1. VI SONO ANIME PIÙ AFFINI DI ALTRE.

Il primo punto è quello per cui, effettivamente, vi sono delle anime più affini di altre, per due ordini di motivi:
– per risonanza coscienziale, ossia in ragione del livello di consapevolezza raggiunto,
– per parentela animica, dal momento che, come vi sono dei gruppi di parenti sul piano fisico, tra familiari e consanguinei, vi sono gruppi parentali anche in senso spirituale.

Le anime tendono infatti a incarnarsi nello stesso luogo e sovente nello stesso albero familiare, tra parenti che sono stati parenti o congiunti in altre vite (genitori, sposi, figli, nonni e nipoti, etc)  almeno sino a che non vi sono più questioni irrisolte in circolo (sia tra due anime con trascorsi burrascosi, sia in una specifica area nell’albero genealogico).

2. NON CI SONO ANIME GEMELLE COME COMUNEMENTE INTESE.

Dette le premesse, veniamo al punto centrale della questione: non vi sono anime gemelle come ritenuto comunemente in senso romantico: non c’è un lui destinato a una lei, e non c’è una lei destinata a un lui.
Il concetto, se lo si osserva in modo distaccato e non personalistico (ossia con tutti i desideri dell’ego) è infantile, ingenuo.

Ma allora, perché in tanti sono così affascinati dall’idea dell’anima gemella (o fiamma gemella, espressione che taluni utilizzano come sinonimo e altri in modo differente)?

È molto semplice: è una delle tante deresponsabilizzazioni dell’ego.

3. L’ESSERE UMANO SI SENTE INCOMPLETO E CERCA UN MODO DI “COMPLETARSI”.

Il discorso, ridotto all’essenza evolutivo-spirituale, è questo: l’essere umano, almeno sino a che non si identifica completamente con l’anima e quindi col Divino, è incompleto. Sentendosi incompleto, cerca qualcosa che possa completarlo, che possa colmare i suoi vuoti.
Alcuni cercano nel lavoro, nel successo, nel denaro, nel potere, nel cibo, nei piaceri fisici, nella sessualità… altri, molti in verità, cercano di “completarsi” nelle relazioni sentimentali. L’espressione che usiamo comunemente: cercano all’esterno la “propria metà”… ossia l’anima gemella.

Naturalmente questa è un’illusione: non si può trovare, all’esterno, qualcosa che colmi il vuoto interiore. Il vuoto va colmato all’interno… e lo si può colmare solo col percorso e col progresso spirituale. Siamo noi la nostra metà.
O, se vogliamo utilizzare un concetto più poetico e letterario, è il Divino la nostra metà. Mistici e santi, non a caso, hanno spesso parlato di vero e proprio amore, innamoramento e sposalizio… sovente turbando i religiosi più tradizionali.

Se certamente vi sono anime più affini di altre (anime gemelle no, ma anime affini sì), con le quali un percorso condiviso è possibile, e anzi consigliabile per una serie di motivi, non vi è un’anima speciale, destinata proprio a noi… alla cui disperata ricerca (esterna) dobbiamo andare.

4. LA RICERCA È SEMPRE INTERNA; IL FUORI DISTRAE.

Al contrario, la ricerca è interna.
Possiamo così agevolmente notare come il mito dell’anima gemella, e la sua relativa ricerca esteriore, sia non solo deresponsabilizzante, ma largamente sviante: ci porta a cercare fuori qualcosa che invece dovremmo cercare e trovare dentro.

Non stupisce quindi che nel mondo spirituale l’argomento sia così tanto affrontato, con tanto di seminari ed esercizi su come attirare la propria anima gemella: è il solito trucco dell’ego che spinge in false direzioni, solitamente esteriori, per sviare dall’unica vera direzione evolutiva, che è interna.

Va parimenti notato che, nell’ambiente spirituale, vi è una percentuale di single molto elevata, nonché disequilibri a livello di sessualità e di stabilità, ossia i due chakra più bassi (per motivi che non indaghiamo qui in questo articolo per non renderlo troppo lungo)… fatto che si presta molto alla ricerca dell’anima gemella che risolverà i nostri problemi o con la quale la nostra vita migliorerà.

Ciò che conduce all’esterno distrae.
Ciò che conduce all’interno risveglia.

Fosco Del Nero
Agisco nell’ombra per servire la luce

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...
Banner Una Vita Fantastica
Banner canale facebook Fosco Del Nero
Banner gruppo facebook Il cammino del mago
Banner canale youtube