Cosa sto attraendo nella mia vita?

Cosa sto attraendo nella mia vita?Questa è una delle domande più facili cui rispondere nel fantastico mondo della crescita personale-spiritualitàalchimia-esoterismoetc etc.

Tanto che Abraham (che, per chi non lo sapesse, sarebbe un’entità di un’altra dimensione canalizzata da Esther Hicks e “specializzata” nella legge di attrazione) vi risponde con una frase corta e semplice: “Il tuo punto d’attrazione è dove sei”.

Ossia, quello che hai intorno a te è ciò su cui ti sei focalizzato fino ad oggi, è letteralmente la cristallizzazione del tuo passato (un’espressione che credo usi Salvatore Brizzi, ma al di là dell’espressione precisa è un concetto proposto da molti autori)…

… e sarà anche l’anticipazione del tuo futuro se nel frattempo non interviene qualcosa a cambiare la direzione della tua “retta”.

Questo qualcosa, ovviamente, non puoi che essere tu, dato l’assunto di partenza per cui il mondo esterno è solo uno specchio del mondo interno (e qua siamo su Vadim Zeland, direi, così mentre parlo vi do anche un po’ di fonti…).

Come puoi “cambiare la direzione della tua retta”, per direzionarla magari verso una zona più fortunata dello spazio delle varianti (giacché ho citato Zeland, continuo)?
Devi cambiare il tuo interno.

Nell’esoterismo circola una frasetta simpatica, riassunta dall’acronimo VITRIOLVM, parola che sta per:
Visita
Interiora
Terrae
Rectificandoque
Invenies
Occultum
Lapidem
Veram
Medicinam

Che tradotto sarebbe: “Visita l’interno della Terra e rettificando troverai la pietra nascosta, vera medicina“.
Laddove l’interno della Terra sarebbe il nostro interno, quindi noi stessi; la pietra nascosta la famosa pietra filosofale, quella che trasforma il piombo (delle nostre emozioni basse) nell’oro (delle emozioni superiori); e laddove codesta pietra sarebbe l’autentica e unica medicina.

Insomma, ci dobbiamo salvare da soli, con buona pace di messia attesi, alieni o Club Bilderberg.

Lo sapete che ogni tanto mi piace metter dentro una battuta sul nuovo ordine mondiale, così iniziamo a riderci su… e poi finiamo per provare amore anche per loro, cosa che sarebbe un esempio di “veram medicinam”, giacché andremmo ad amare i nostri nemici (qua siamo su Gesù Cristo), e ci predisporremmo per portare l’ottava bassa del nuovo ordine mondiale-società massificata orwelliana all’ottava alta dell’unione illuminata e spirituale cui il genere umano aspira (anche quelli che ancora non lo sanno).

Quindi, per farla breve, ecco cosa dovete fare:
– provare amore per voi stessi (anche e soprattutto quando arriva un’emozione bassa),
– provare amore per la creazione tutta,
– provare amore per i “nemici-cattivi”, che stanno svolgendo, pur a loro insaputa, un ruolo fondamentale nel processo di evoluzione dell’umanità… e del pianeta Terra di cui siamo parte, e del sistema solare di cui siamo un organo, e di Dio di cui siamo le cellule.

Ok, loro sono cellule un po’ cancerose, ma sono comunque nostre sorelle: non dobbiamo bombardarle con la chemio (anche perché, proprio come la chemio, faremmo del male soprattutto a noi stessi), ma inviare loro amore, visto che la “malattia” è nata con dei sentimenti (negativi), e può finire soltanto con altri sentimenti (positivi).

Ecco, e con questo più o meno ho citato anche Hamer.
E me la gioco come articolo di crescita personale più strano di tutti i tempi.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Parole di Potere qui:

Copertina Parole di Potere

 

Puoi acquistare il libro Il cammino del mago qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button

Comments are closed.