Newsletter

Archivio post

Contatore

Cosa serve affinché le piante crescano?

25 Nov 2022 | Educazione, Energia maschile - Energia femminile, Infanzia, Società, Spiritualità

Cosa serve affinché le piante crescano?

Avete mai pensato a quello che serve affinché il seme si sviluppi affinché poi crescano le piante?
Se lavorate la terra, certamente sì, ma se vivete in città o fate tutt’altro, forse no.

Il primo elemento necessario affinché il seme si dischiuda è l’oscurità: in quell’oscurità, in quel potenziale invisibile, il seme si apre al mondo, e in quel gesto di apertura rivela un certo abbandono, una notevole fiducia, giacché esso sta morendo come seme per trasformarsi in pianta… se ce la fa.

Ne parla Gesù stesso nei Vangeli: molti semi rimangono semi propri per carenza di fiducia, giacché non hanno il coraggio di aprirsi. Fuor di metafora, se l’essere umano non si apre, rimarrà ancora un uomo materiale e non potrà divenire un uomo spirituale. L’oscurità che serve alle piante diviene, per l’essere umano, l’aspetto interiore della riflessione, della meditazione, del ritiro.

Torniamo al seme: dopo quell’elemento di apertura, un elemento tipicamente femminile, segue un fattore più positivo-maschile, quello con cui il seme si slancia nel mondo divenendo prima germoglio e poi debole e timida piantina. L’elemento della penetrazione e della salita verso l’alto è, per l’appunto, tipicamente maschile. Lo stesso simbolo dell’energia maschile, il triangolo con il vertice rivolto in alto, parla molto chiaro in proposito.

Arrivato a quel punto, cosa serve affinché quell’abbozzo di piantina cresca sana e forte e si sviluppi?
Notoriamente, le servono solamente due cose: la luce del sole e la presenza dell’acqua.
Il calore del sole è un fattore maschile.
L’acqua è un fattore femminile.
Il sole funge da padre, l’acqua funge da madre.
Se manca uno di questi due elementi, la pianta non potrà crescere; e se uno dei due è prevalente mentre l’altro carente, la pianta crescerà debole e squilibrata.

Prendete questo concetto, il quale è il risultato di una legge universale, e applicatelo al mondo umano: affinché la piantina-figlio cresca in modo sano ed equilibrato serve un sole-padre e serve l’acqua-madre. D’altronde, se il figlio è nato è proprio perché l’energia yang e l’energia yin si sono già unite… altrimenti non sarebbe nato niente.
Il numero due rappresenta la dualità e gli opposti duali (energia maschile ed energia femminile); il numero tre rappresenta ciò che l’unione delle due energie può creare (il figlio… e infatti nelle varie tradizioni spirituale vi è sempre un qualche tipo di trinità e simboleggiare la creazione divina).

Questo vi dice molto sia sulle leggi spirituali, ma anche sul livello di follia che si sta cercando imporre all’umanità nei tempi contemporanei (matrimoni omosessuali, genitori dello stesso genere, cancellazione dei termini “padre” e “madre”, adozioni di bambini da parte di coppie omosessuali, etc).
Chi tenta di imporre certe distorsioni sa bene che le nuove generazioni, senza un apporto energetico equilibrato, cresceranno squilibrate e disarmoniche… ossia più deboli e più manipolabili, che è l’obiettivo reale di adotta tali politiche, al di là delle dichiarazioni di facciata.

Vado a chiudere: ho intitolato l’articolo “Cosa serve affinché le piante crescano?”, ma parimenti avrei potuto intitolarlo “Per lo sviluppo armonico servono l’energia maschile e l’energia femminile”.

La natura e la realtà non si possono negare, e chi ci prova è destinato al disastro.

Fosco Del Nero
Agisco nell’ombra per servire la luce

(Visited 176 times, 1 visits today)
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo online...
Banner Una Vita Fantastica
Banner canale facebook Fosco Del Nero
Banner gruppo facebook Il cammino del mago
Banner canale youtube

26 Marzo 2023
Seminario online
“Corso di esistenza”