Ventimila leghe sotto i mari

Ventimila leghe sotto i mari - Shiva - Centratura interioreL’articolo si intitola così in quanto origina proprio dalla visione del film Ventimila leghe sotto i mari, tratto dall’omonima e celeberrima storia di Jules Verne.
Peraltro, il concetto centrale non è relativo alla storia in questione nello specifico, ma essa ha funto solo da spunto ispiratore.

A un certo punto il Nautilus del Capitano Nemo (“Capitan Nessuno”… un nome interessante, e anche l’uomo nel film dice cose interessanti, pur essendo preso per pazzo come capita sempre alle persone che sono più consapevoli della media umana dei loro tempi) è costretto ad affrontare una tempesta, talmente tanto burrascosa che in superficie l’imbarcazione avrebbe avuto la peggio. Allora il Capitano dà l’ordine di immergersi in profondità, laddove la tempesta è meno forte, e anzi molto in basso nemmeno la si sente.

Col riassunto di tale scena avrei già detto tutto, ma proseguo per dovere di cronaca e vado a spiegare l’analogia per quei pochi cui servirà la spiegazione. In superficie la nave non ce l’avrebbe fatta e sarebbe stata spazzata via, mentre in profondità ce la fa perché giù è tutto calmo.
Questo, per analogia, vale anche per la vita dell’uomo, o per meglio dire per come esso affronta le “tempeste della vita”: rovesci economici, abbandoni sentimentali, morte, malattie, etc. Se l’essere umano rimane in superficie, che rappresenta la vita superficiale, materiale e mondana, e reagisce in base alle regole del mondo, qualsiasi tempesta, anche quella non irresistibile, basta a scuoterlo e rischia di farlo cadere a pezzi. Ma se l’uomo si muove in profondità, nella profondità dell’essere interiore, in uno stato di consapevolezza più profondo, allora egli naviga con molta più serenità: è questo il “trucco” delle persone “avanti”, questo è un corollario del famoso centro di gravità permanente.

La serenità, la beatitudine delle persone risvegliate non è una recita, ma uno stato dell’essere ormai inalterabile, che nemmeno la più grande bufera può scalfire e agitare.

Non è un caso che dell’altrettanto famosa “centratura interiore” abbiano parlato in tanti, tra cui nientemeno che Gesù e Buddha.

Ecco cosa disse il primo (o qualcuno lo ha fatto dire a lui, il che per noi non cambia niente in quanto ad apprendimenti esistenziali): “Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia” (Vangelo di Matteo).

Ed ecco cosa disse il secondo (idem come sopra): “Come la pioggia penetra in una capanna il cui tetto non è ben impagliato, così le passioni si insinuano in una mente inconsapevole. Ma una mente consapevole è come una capanna dal tetto ben impagliato” (Dhammapada).

Lo stesso concetto e, curiosamente, ma neanche tanto, lo stesso esempio.
Il secondo ha aggiunto, sempre nel medesimo testo: “Con la consapevolezza, con la padronanza di sé, il saggio si costruisce un’isola che nessun diluvio può sommergere”. Tale padronanza è la centratura di cui sopra.

In televisione, ma anche dal vivo, è pieno di gente che piange, che si dispera e che si lamenta per questo e per quello, tanto che ormai si fa a gara a chi è “capitato” (come se fosse capitato a caso, poi) l’evento più difficile (malattia, disastro economico, rovesci di vario genere): in verità non importa che si tratti di eventi molto o poco difficili, mentre l’unica differenza che conta è quanto l’essere umano è centrato in se stesso, letteralmente inscuotibile oppure soggetto ai venti del mondo… e in questo caso spesso bastano poche folate per disarcionarlo da dove s’era posizionato.

Non perdete tempo ed energie a lamentarvi di quel che è successo: lavorate interiormente affinché niente possa abbattervi o scuotervi, per quanto apparentemente una certa cosa possa sembrare difficile all’uomo medio e debole. Il resto è solo una distrazione.

Fosco Del Nero
Agisco nell’ombra per servire la luce

 

Puoi acquistare il libro Il bambino zoppettino qui:

Copertina Il bambino zoppettino

 

Puoi acquistare il libro Lascia che sanguini qui:

Copertina Lascia che sanguini

 

Puoi acquistare il libro Parole di Potere qui:

Copertina Parole di Potere

 

Puoi acquistare il libro Il cammino del mago qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button

Comments are closed.