Monthly Archives: Febbraio 2019

Cosa è il pane quotidianoUna delle cose che mi ha sempre sorpreso della popolazione che si definisce “cristiana”, ma che in realtà sarebbe più corretto definire “cattolico-papista”, e suppongo che la medesima considerazione possa svolgersi anche per le altre sette del cristianesimo, è la forte lontananza dagli insegnamenti di Gesù, persino da quelli più famosi e chiari.
Ad esempio, da “non giudicare” è derivata una società fortemente giudicante.
Da “sia fatta la non la mia, ma la tua volontà” è derivata una società fortemente basata sull’ego e i desideri individuali.
Da “ama i tuoi nemici” è derivata una società fortemente discriminante, in cui le persone sono incasellate in amici, conoscenti, vicini, estranei, nemici, etc.
Da “beati i puri di spirito” è derivata una società fortemente materialista e per larghi tratti gretta.
E via discorrendo.

Dal momento che persino gli insegnamenti più palesi e chiari sono stati inapplicati, e anzi per buona parte stravolti, non dovrebbe sorprendere che nemmeno le metafore siano rimaste inascoltate e incomprese.

L’articolo di oggi si riferisce ad un simbolo assai famoso della predicazione di Gesù, ripetuto – solitamente inconsapevolmente – durante ogni messa: il pane quotidiano.

Son piuttosto sicuro che in tanti ripetano quelle parole in modo meccanico come meccanica è l’intera loro vita, senza averle comprese, e anzi pensando che si stia parlando di cibo. Qualcosa del tipo: “Ti prego, Signore, non farci morire di fame”.
In realtà, il cibo di cui si parla non è ovviamente un cibo materiale, ma è un cibo spirituale, ed è quotidiano perché ci viene inviato ogni giorno: si tratta delle esperienze che il Cielo ha ritenuto perfette per il nostro percorso evolutivo.
La richieste di avere il proprio “pano quotidiano”, peraltro, è pleonastica, dal momento che l’Esistenza-Dio agisce in questo modo in ogni caso, sia che noi quel “pane” lo vogliamo o no. Il ripetere quelle parole all’interno del “Padre nostro”, la preghiera che ha insegnato Gesù stesso ai suoi discepoli, non sono che un richiamo alla consapevolezza, e al piegarsi alla volontà divina, che ci manda questo o quello non in ragione di quel che vogliamo, ma in ragione di quel che ci serve: “sia fatta la non la mia, ma la tua volontà”, per l’appunto.

Fa sorridere constatare, anche qui, come l’insegnamento sia andato completamente perduto, anche e soprattutto nel mondo occidentale, in cui si pensa che tante cose siano sbagliate e che alle persone capitino tante cose ingiuste. E in cui quelle stesse persone che magari durante la messa invocano “il pane quotidiano”, quando quel pane arriva lo negano, cercano di sfuggirgli… e così sfuggono anche gli insegnamenti che quel pane contiene, e costringono l’Esistenza-Dio a riproporlo ancora e ancora, e in più vite, se necessario… come solitamente è.

Qual è la morale di questo articolo?
Morale nessuna, perché la moralità fa parte di un discorso dualistico di giusto e sbagliato.

Qualche suggerimento però c’è:
– stare ben attenti alle cose che si dicono, specialmente a quelle che si dicono spesso,
– stare ben attenti agli insegnamenti dei maestri, che, almeno loro, non parlano a caso,
– constatare come tutto dipende dalla consapevolezza che si ha: con una consapevolezza addormentata persino la preghiera più bella diviene qualcosa di vuoto,
– esser sicuri del fatto che ogni cosa che ci capita capita per un buon motivo, e che in essa c’è un insegnamento per noi,
– esser altrettanto ben sicuri che se quell’insegnamento non lo facciamo nostro, esso ritornerà, e spesso in modi più “intensi”, affinché le volte successive non lo possiamo ignorare.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Parole di Potere qui:

Copertina Parole di Potere

 

Puoi acquistare il libro Il cammino del mago qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button