Il vuoto viene colmato

Il vuoto viene colmatoChe il vuoto venga sempre colmato è una verità sia fisica sia esistenziale, come è ben noto da millenni negli ambienti esoterici (vi ricordo che la parola esoterismo è semplicemente l’opposto di essoterismo, e concerne il lato nascosto delle religioni e delle dottrine spirituali: la religione cattolica ha un aspetto essoterico, quello rivelato al pubblico, e un aspetto esoterico, quello rivelato solo agli iniziati interni, e così via ogni religione e organizzazione spirituale).

Se c’è uno spazio, difatti, presto verrà qualcosa a riempirlo, e il concetto ci risulta molto facile da capire sul piano materiale (pensiamo per esempio all’acqua che segue sempre la direzione degli spazi vuoti, come fa la natura in generale).

Capendolo agevolmente su quel piano, possiamo con facilità portarlo per analogia sul piano spirituale (che a dire il vero è anch’esso materiale, visto che le cose sottili sono sì invisibili ai nostri occhi, ma hanno pur una componente materiale, e infatti sono sottili, non inesistenti)…

… e magari utilizzarlo a nostro vantaggio in modo consapevole.

Questa riflessione mi è originata dalla seguente citazione di Omraam Mikhael Aivanhov:
“Esiste una legge per cui, quando si fa un vuoto in un luogo dello spazio, qualcosa viene immediatamente a colmarlo.
Questa legge fisica si applica anche alla vita psichica, cioè quando si dà, si riceve.
Quando avete vuotato i vostri serbatoi interiori, perché avete dato il vostro Amore ed i vostri buoni pensieri a tutte le creature, qualcosa arriva immediatamente dall’alto per riempirvi.
Perciò amate e sarete amati.
Date e vi sarà dato.
Date anche quello che vi manca ed otterrete.
Desiderate essere illuminati e non sapete come attirare a voi la luce?
È molto semplice: cominciate con l’illuminare chi è meno illuminato di voi e riceverete Luce, perché in questo caso un altro essere, che possiede più Luce di voi, verrà a darvi la sua luminosità.”

Cosa ci dice il maestro macedone?
Che ciò che è vuoto presto si riempie, e che se noi svuotiamo una parte di noi, essa verrà ricolmata… e con gli interessi, se così si può dire.

Se vogliamo non è nient’altro che un modo concettualmente raffinato di esprimere la legge di magnetismo-attrazione, ma per chi ha occhi per vedere in quelle parole c’è anche un consiglio evolutivo di grande valore: se vuoi evolvere, aiuta ad evolvere gli altri.

Il nostro Salvatore Brizzi lo ha detto con altre parole, e in modo chiaro e diretto come suo solito:
“Solo quando aiuti qualcuno che sta più in basso di te a salire sul tuo gradino, potrai a tua volta salire su quello successivo.
Non è possibile salire lasciando un gradino vuoto dietro di sé, perché prima o poi lo rioccuperai tu stesso cadendoci.”

Quindi, se il nostro desiderio più grande è rivolto all’evoluzione personale, dovremmo occuparci anche della crescita personale altrui, perché così contribuiremo ai “gradini” degli altri, e quindi anche ai nostri.

Il che, peraltro, mi riporta in mente un’altra citazione, questa di Richard Bach:
“Tu insegni meglio ciò che hai più bisogno di imparare.”

Che è una verità che istintivamente percepiamo a livello intuitivo, ma che assume una consistenza assai più solida alla luce delle considerazioni precedenti.

Tornando al concetto di base, quello per cui lo spazio viene riempito, che sia livello fisico o a livello energetico, faccio notare come questo sia anche alla base di pratiche come lo space clearing, il feng shui, il vastu. Portando il concetto su cose concrete della vita reale: snellite il vostro guardaroba, e farete spazio per nuovi vestiti, più in linea col voi di adesso; cancellate i numeri che non usate nel vostro cellulare, e creerete nuovo spazio per nuove e più affini amicizie; riordinate la vostra camera-casa-ufficio, e ripulirete non solo fisicamente ma anche energeticamente i posti in cui vivete.

Questo vale per le cose della vita materiale, ma anche per le emozioni: per esempio, se vi portate dentro un amore ormai finito, state tenendo lo spazio interiore di cuore e mente occupato con qualcosa che ormai è morto, mentre se lo lasciaste andare vi rendereste pronti per qualcosa di nuovo.
Osho ce lo ha detto in termini tanto belli quanto brutali:
“La persona intelligente non si attacca al passato morto, non trasporta cadaveri.
Per quanto belli siano stati, per quanto preziosi, non si porta dietro i cadaveri.
Ha finito col passato; è andato e andato per sempre.”

Ultima cosa: se potete (ma solo quando vi viene chiesto), aiutate gli altri a salire un gradino della loro scala… così qualche altra entità, incarnata o meno che sia, a sua volta aiuterà voi a salirne uno.

Buona scalinata.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button

Comments are closed.