Riflessioni dalla Polonia 2: l’energia è contagiosa

Riflessioni dalla Polonia 2: l’energia è contagiosaDopo le Riflessioni dalla Polonia 1, ecco le Riflessioni dalla Polonia 2. Mentre nel primo “episodio” abbiamo parlato di obiettivi, di aspettative e di lasciar fluire la vita, in questo articolo parleremo di energia.

Intesa non in modo esoterico-new age, ma in modo molto concreto: in questo caso l’energia del divertimento e della risata.

Ero seduto, a Cracovia, a una fermata dal pullman, e vicino a me c’erano due ragazzini che parlavano e ridevano. Non capivo un beneamato di quello che dicevano, visto che in polacco so dire solo “ciao”, “buongiorno”, “arrivederci”, “via”, “piazza”, “mercato” e mi pare basta, però dai gesti intuivo che parlavano di argomenti piuttosto leggeri.

Comunque, giacché uno dei due stava mimando quel giochino manuale in cui si fa finta di staccarsi un pollice (ok, detto così sembra un po’ macabro, ma credo abbiate capito), credo che questi stesse riferendo all’altro di un episodio in cui si è inscenato questo giochino da “prestigiatore”.

Ad ogni modo, di cosa stessero parlando è irrilevante, visto che ciò che importa è l’energia che i due trasmettevano mentre, tutti allegri, parlavano e ridevano. Un’energia molto positiva di leggerezza e gioia che, pur intuendo gli argomenti non certo trascendentali, mi ha comunque influenzato in positivo. Inevitabile, perché l’energia è contagiosa.

Dopo un paio di minuti si è avvicinata alla fermata una ragazza. Dapprima seria in volto, mi ha guardato negli occhi, e vedendo che io stavo sorridendo (forse più che sorridendo), ha sorriso essa stessa di rimando, laddove era implicito che stessimo sorridendo per i due ragazzini allegroni. Ovviamente era implicito, dal momento che, stante la mia conoscenza del polacco, non poteva in alcun modo essere esplicito.
Dunque, i due con la loro allegria hanno contagiato me, e io col mio sorriso ho contagiato la ragazza.

L’energia è contagiosa, dunque, e ne ho avuto un’altra prova pochi minuti dopo, su quello stesso pullman-treno (pullman urbano su rotaie).

Avete presente quel video, che su internet è girato tempo fa, di quel tipo che in un vagone della metropolitana senza motivo apparente si mette a ridere, e con la sua risata fa ridere tutte le persone presenti nel vagone?

Ecco, in quel pullman-treno è successa la stessa cosa, avviata però non da un uomo, ma da un cane, uno yorkshire terrier particolarmente rumoroso e vivace.

Sulle prime, dal momento che i versi provenivano dalle mie spalle, pensavo fossero di un giovinastro che si stava dilettando nell’imitare una scimmia… ma dopo le prime risatine delle persone davanti a me mi sono girato a guardare, e ho visto questo cagnolino peloso e vivace che non la smetteva di abbaiare in modo a dir poco bizzarro (cioè, per confonderlo con un giovinastro che imita una scimmia…).

Tanto bizzarro che il numero delle persone gaudienti è aumentato mano mano, fino al punto in cui l’intera carrozza stava ridendo. Ma ridendo sul serio, c’era gente che piangeva dal ridere!

Tra l’altro è stato curioso trovarsi in mezzo a una scena vista praticamente uguale in un video, diffuso peraltro in ambito crescita personale

Bene, amici miei, l’articolo Riflessioni dalla Polonia 2 finisce qui. Il viaggio polacco terminerà con Riflessioni dalla Polonia 3, e poi magari passeremo a un posto più caldo, visto che nella settimana in cui sono stato là ho oscillato tra meno 5 e più 5 gradi, temperature ben poco adatte a un cagliaritano…

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Parole di Potere qui:

Copertina Parole di Potere

 

Puoi acquistare il libro Il cammino del mago qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button

Comments are closed.