Monthly Archives: dicembre 2016

Ego e desideriVi avviso subito che l’articolo di oggi è un po’ tosto.
Non tanto perché dica cose provocatorie o addirittura offensive, ma semplicemente perché dice qualcosa che la gran parte delle persone non vuole sentirsi dire… per il semplice fatto che ancora non è pronta.

Ma qualcuno lo è, per cui ecco l’articolo.

Ed ecco in sintesi il concetto centrale: il problema dell’essere umano, tanto in questa vita quanto in tutto il ciclo delle incarnazioni, sono i suoi desideri.

E lo so che la cosa sembra paradossale, specialmente accostata a quella branca più primitiva della crescita personale che sostiene viceversa la grande importanza di avere desideri e obiettivi, ma tant’è, e vado subito a illustrare la questione. Come sempre in modo sintetico, e poi chi vorrà approfondirà nei siti che riterrà per sé opportuni.

Parliamo di questa vita: i desideri sono desideri dell’ego, che vuole questo e quello, e non certo dell’anima, che non vuole niente perché è già tutto (non “ha”, ma proprio “è”).
E già questo per le persone non completamente addormentate metterebbe fine alla questione, ma andiamo avanti per essere un poco più ampi.

La sofferenza (che, ancora una volta, è dell’ego-personalità, non dell’anima, che è perfettamente appagata di suo… e pure questo concetto è di grande valore, perché ci fornisce una stima piuttosto precisa di dove siamo nel percorso evolutivo, che è per l’appunto il percorso di passaggio dal piccolo ego all’anima unitaria) è sempre connessa a qualcosa che non è andato come volevamo noi, ossia a qualche nostro desiderio che è stato contraddetto dalla vita.

E più l’attaccamento a tale desiderio era forte, più è forte la sofferenza, che si tratti del licenziamento sul lavoro, del tradimento di un amico, dell’abbandono del partner, del furto della nostra auto, etc.

I desideri in sostanza ci parlano dei nostri attaccamenti, dell’importanza che diamo alle cose, nonché di quanto il presente non ci piace, e di quanto invece siamo proiettati in un altro tempo e in un altro luogo.

Ogni volta che la realtà non ci va bene così com’è, c’è di mezzo l’ego, perché vuol dire che non accettiamo le cose così come sono.
E difatti il tema energetico dell’accettazione-resa è uno dei temi centrali di tutto il percorso evolutivo.

Il che, intendiamoci, non vuol dire che non si possano avere preferenze, o che non si possa scegliere tra le cose della vita (oggetti, persone, luoghi, etc).
Anzi, non scegliere è impossibile, giacché è impossibile vivere in tutti i posti, ascoltare tutta la musica, vedere tutti i film, frequentare tutte le persone del mondo.

Semplicemente, io accetto che esistano l’Australia, l’India e l’Argentina, e poi scelgo dove andare a vivere in base alle mie preferenze.
Ma, se per caso l’Australia non mi vuole e mi mura la porta, io lo accetto e vado da qualche altra parte; non è che inizio una guerra contro l’Australia…
… che detto così fa ridere, ma è esattamente il modo in cui si comporta la gran parte delle persone: non accetta quanto è successo e, in nome del proprio “sacro” desiderio-obiettivo, va avanti a dare testate al muro… anche perché bisogna dimostrare agli altri quanto si è motivati e forti.

Quindi, ok avere preferenze, ma poi occorre anche guardare cosa ci dice l’esistenza e prenderne atto. E l’esistenza, ricordiamolo sempre, coincide con Dio, con la Grande Anima di cui fa parte la nostra stessa anima, quindi a ben guardare siamo noi che ci stiamo dicendo qualcosa per il tramite degli eventi della vita, cosa peraltro ben nota in tutti i percorsi esoterico-spiritual-esistenziali.

Ora due parole anche sulla ruota delle reincarnazioni, e anche qua parliamo di una cosa ben nota: dopo la morte fisica, siamo richiamati qui sulla Terra solo se abbiamo cose in sospeso. E, come sempre nell’evoluzione spirituale, non si sta parlando di cose in sospeso della personalità (questa è una cosa da film, per cui la persona morta torna per sistemare l’eredità o la figlia zitella), ma di cose in sospeso dal punto di vista delle energie interiori.
Desideri di potere, per esempio.
Desideri di successo, per esempio.
Desideri di lussuria, o di approvazione da parte degli altri, o altro.
Ossia, per farla breve, tutte le energie basse che vanno trasmutate in energie alte (da piombo in oro), ciò che in sintesi è il processo evolutivo.
Fin quando ci saranno desideri dell’ego, saremo per forza richiamati qui.
Viceversa, quando il passaggio dalla personalità all’anima sarà stato completato (ossia quando non avremo più energie basse), saremo sciolti dal ciclo delle reincarnazioni…

… e faremo qualcos’altro.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button