Monthly Archives: giugno 2016

Mattoni, edifici e concetti differentiPartiamo da una precisazione iniziale, senza la quale chi legge rischia di non comprendere quanto segue: quando parlo di commozione mi riferisco alla commozione “elevata”, quella derivante da energie elevate come gioia e amore, e quindi non alla commozione di tipo basso, che ne rappresenta per l’appunto l’ottava inferiore, relativa alla pena, alla tristezza o alla commiserazione.

Quindi, per essere ancora più chiari, guardi qualcosa e provi amore, gioia e bellezza.

Detto questo, aggiungiamo ora che, dal punto di vista esistenzial-evolutivo, la commozione è un ottimo segno, giacché vuol dire che la persona produce emozioni elevate.

Ciò è piuttosto palese, dal momento che stiamo parlando per l’appunto di produzione di energie-emozioni elevate, e non a caso svariati maestri hanno sottolineato ciò e hanno incoraggiato la ricerca della commozione (sempre quella “alta”) sotto qualsivoglia forma: il commuoversi per l’amore che c’è in una relazione umana, il commuoversi per l’affetto di un animale, il commuoversi per un meraviglioso spettacolo della natura, il commuoversi per la creazione di bellezza (un romanzo, un quadro, un film, un’architettura), e così via.

Tuttavia, la commozione ha anche un altro aspetto, un’altra faccia della medaglia, ed è quanto voglio segnalarvi in questo articolo… così, quando vi succede, sapete cosa vi sta succedendo.
E, per capire meglio il tutto, passo a descrivere il fenomeno della commozione dal punto di vista energetico-esistenziale.

Quello che succede è che c’è una coppa che trabocca, c’è uno straripamento emotivo: non si contiene l’energia-emozione prodotta, e quindi questa trabocca fuori, proprio sotto forma di liquidi che fuoriescono: le lacrime scendono sulle guance, o comunque gli occhi si gonfiano e si inumidiscono.

Ciò vuol dire due cose.
La prima è che la coppa si è colmata, che si è prodotta una certa qualità di energia positiva, il che – ovviamente – è ottimo ed è segno di avanzamento lungo il percorso evolutivo.
La seconda è che la coppa non era sufficiente a contenere quell’energia interiore… che infatti è traboccata, sia interiormente, sia esteriormente sotto forma di lacrime.
E da qui non si scappa: se la coppa fosse stata più ampia, non ci sarebbe stato traboccamento.

D’altronde, se questo potrebbe essere definito come “una cosa negativa”, esso è proprio ciò che porta all’evoluzione spirituale, poiché viene aumentato ciò che si è rivelato insufficiente, proprio come il cuore che si espande e si apre.
Il fatto stesso che la coppa si sia rivelata troppo piccola, dunque, porta al suo ampliamento.

È un po’ come quando una società sportiva, notando che il suo stadio fa il tutto esaurito in ogni partita, decide di ampliarlo per ospitare più tifosi.
Se lo stadio rimanesse vuoto o semivuoto, non vi sarebbe alcun motivo di ampliarlo; mentre, al contrario, se registra sempre il tutto esaurito, quello è il momento di aumentarne la capienza.

Come sempre, tutto procede con gradualità nell’evoluzione personale, ed è importante anche saper riconoscere i “segni sul cammino”, per sapere dove si è e per evitare di pensare che si è fermi.

Se vi commuovete più che in passato per emozioni elevate (gioia, amore, affetto), questo è un segno che siete più avanti di allora.
E, d’altro canto, se quelle stesse energie (persino energie superiori) che anni fa vi facevano traboccare, ora non lo fanno più, questo è un segno che siete ancora più avanti.

D’altronde, se ci fate caso, il segno distintivo dei maestri illuminati (coppa grande e amore grande, per utilizzare la medesima metafora) non è il piangere di continuo per via delle troppe emozioni elevate, ma il perenne sorriso amorevole e compassionevole… senza traboccamento.

Fosco Del Nero

 

Puoi acquistare il libro Il mondo dall’altra parte qui:

Copertina Il mondo dall'altra parte

 

Puoi acquistare il libro Parole di Forza qui:

Copertina Parole di Forza

 

Puoi acquistare il libro Il significato esoterico dei Vangeli qui:

Copertina Il significato esoterico dei Vangeli

 

Puoi acquistare il libro Corso di esistenza qui:

Copertina Corso di esistenza

 

Share Button